Finanziamenti pescaturismo e ittiturismo

E’ stato pubblicato il bando di attuazione della Misura 4.1 del F.E.P. (Fondo Europeo per la Pesca 2007/2013) proposto dal Gruppo di Azione Costiera “Costa del Cilento”. La misura è dotata di risorse finanziarie per € 360.000 e trova attuazione esclusivamente nei territori dei seguenti Comuni: Agropoli, Ascea, Camerota, Casal Velino,Castellabate, Centola, Ispani, Montecorice, Pisciotta, Pollica, San Giovanni a Piro, San Mauro Cilento, Santa Marina, Sapri e Vibonati. Il bando è finalizzato a finanziare interventi di adeguamento delle imbarcazioni per lo svolgimento di attività di pescaturismo ed ittiturismo e consentire lo svolgimento di attività turistico-ricreative ad esse legate. Possono candidarsi all’accesso ai contributi previsti dal bando G.A.C. Costa del Cilento: i pescatori professionali, singoli od associati, che intendano svolgere attività di pescaturismo od ittiturismo nei territori dei Comuni cui il bando si riferisce. Il contributo viene erogato in forma di cofinanziamento e può raggiungere, complessivamente, l’importo di € 60.000 a copertura delle seguenti spese: spese di adeguamento dell’imbarcazione per lo svolgimento di attività di pescaturismo od ittiturismo, compresi i costi di certificazione; acqsuisto di attrezzature informatiche, anche per il collegamento ad internet; spese generali. Le candidature devono essere presentate entro il 17 aprile 2014....

Aumenti IRPEF in busta paga

L’aumento in busta paga di maggio promesso sfuma per le nuove tasse da: le addizionali IRPEF regionali e comunali pesano circa il 30% in più dello scorso anno. I calcoli dell’ufficio studi UIL stimano un esborso medio di 97 euro rispetto ai 79 del 2013 (+29,3%). Quattro regioni – Lazio, Piemonte, Liguria, Umbria – e quasi 1.500 Comuni (fra in quali Roma) hanno infatti deciso un aumento delle aliquote IRPEF per le addizionali. Il prelievo di marzo è formato dal saldo 2013 a cui si aggiunge l’acconto 2014 (30%). Le elaborazioni UIL prendono in considerazione un reddito medio di 23mila euro annui: in linea teorica, a livello medio la trattenuta IRPEF regionale è di 59 euro (da 49), la trattenuta comunale è di 38 euro (da 26). Addizionali IRPEF per città A Roma sono aumentate sia l’aliquota regionale (al 2,33%, dal precedente 1,73%) sia quella comunale (0,9%): il risultato è un prelievo medio di 83 euro di Irpef regionale e 56 per quella comunale, per un totale di 139 euro. Poco meglio in altre città: Roma: 139 euro: 83 euro per la tassa regionale e 56 per quella comunale. Milano: 107 euro: 57 euro per la tassa regionale e 50 per quella comunale. Torino: 126 euro: 76 euro di imposta regionale e 50 euro per quella comunale. Napoli: 123 euro: 73 euro per l’Irpef regionale e 50 euro per quella comunale. Genova: 115 euro: 65 euro regionale e 50 euro comunale. A fine 2014 il peso delle addizionali IRPEF locali subità un ulteriore incremento: l’imposta regionale passerà mediamente da 363 euro a 409 euro (+ 12,7%), con picchi di 536 euro nel Lazio (+ 34,3%), e 490 euro in Piemonte (+ 25,3%). La tassa comunale arriverà mediamente a 155 euro dai 140 dell’anno scorso con un aumento del 10,7%: anche qui, punte di 207 euro a Roma e 184...

Unimpresa a “Porta a Porta”

Nel corso della puntata di Porta a Porta, andata in onda il, 25 marzo, sul tema “Banche, imprese, le difficoltà delle persone con i mutui”, è stata mostrata al pubblico un’infografica ricavata da un recente rapporto del Centro Studi di Unimpresa. Da tempo l’associazione è impegnata nell’analisi del difficile rapporto tra banche, imprese e utenti e soprattutto sul fronte delle proposte per superare l’attuale impasse.   Fonte: Unimpresa Nazionale...

Erasmus+ e Unimpresa

Un nuovo progetto è alle porte di Unimpresa Provinciale Salerno che coinvolgerà diverse realtà ma soprattutto tanti ragazzi. Si tratta di Erasmus +, un progetto di mobilità che vedrà protagonisti 70 diplomati del territorio italiano, con precedenza agli studenti della Regione Campania, che avranno la possibilità di effettuare un’attività di tirocinio in una delle strutture europee aderenti all’iniziativa. Potranno partecipare i giovani diplomati che al momento della pubblicazione del bando siano in possesso dei seguenti requisiti: aver conseguito il 18° anno di età; aver conseguito un diploma entro un anno dalla data di presentazione della domanda di partecipazione al progetto in uno dei seguenti ambiti: management d’impresa nei settori artigianato, agricoltura, commercio, industria, turismo, nautica; conoscenza della lingua del Paese ospitante in cui il partecipante effettuerà la sua esperienza di tirocinio; stato di disoccupazione/inoccupazione. Glocal s.r.l. da tempo ha messo in campo, diverse proposte progettuali, finalizzate all’acquisizione delle competenze professionali in mobilità, integrando l’azione di istituzioni scolastiche con fabbisogni e prassi di realtà rappresentative del mondo del lavoro. Unimpresa Salerno, è vicina alle imprese e alle nuove generazioni del territorio che si affacciano al mondo del lavoro. Un sodalizio che si preannuncia vincente, Unimpresa e Glocal insieme, per dar vita ad un progetto di crescita per la nuova generazione, che si pone l’obiettivo di premiare i giovani più talentuosi, che vorranno entrare in contatto con il mercato del lavoro europeo. Colmare la carenza di capacità “pratico-operative” nelle discipline studiate in ambito scolastico e migliorare la capacità di “analisi”, di “problem solving” e di “comunicazione”, sono gli obiettivi principali dell’iniziativa, oltre a stimolare la capacità di adattamento nei ragazzi in un Paese straniero, lontani da casa e alla predisposizione al cambiamento. Oltre agli obiettivi che il progetto intende raggiungere, di grande rilievo è il modo con il quale Unimpresa Salerno ha intenzione di “disseminare” e “sfruttare” i risultati ottenuti. Infatti,...

Unimpresa, interessi per aziende e famiglie fino al 25%

Il presidente di Unimpresa Nazionale Paolo Longobardi ha dichiarato: “Taglio del costo del denaro deciso dalla Bce non ha effetti positivi allo sportello per chi fa domanda di prestiti. I banchieri dicono che il cavallo non beve? Ma l’acqua offerta è avvelenata …” Possono sfiorare il 25% i tassi di interessi praticati dalle banche per i prestiti erogati a famiglie e imprese. Ad appesantire il mercato del credito, già fiaccato dalla serrata dei rubinetti da parte degli istituti, contribuiscono pure tassi quasi sempre a doppia cifra. L’abbassamento del costo del denaro deciso dalla Bce – che ha confermato il tasso al livello record dello 0,25% – non ha effetti positivi allo sportello. Per gli scoperti di conto corrente si supera il 24% e per gli sconti commerciali delle fatture si arriva oltre il 15%. Per i mutui si può arrivare fino al 10,46%, per il credito al consumo quasi al 20%. Lo rileva il Centro studi Unimpresa che ha analizzato i dati del ministero dell’Economia e delle Finanze relativi alla determinazione della soglie d’usura. Quanto alle aziende, gli anticipi e gli sconti commerciali vengono concessi con tassi medi all’8,90% (fino a 5mila euro), all’8,06% (da 5mila euro a 100mila euro) e al 5,49% (oltre 5mila euro); la soglia d’usura è rispettivamente fissata al 15,13%, 14,08%, 10,86%. Per il factoring (cessione dei crediti) sono stati registrati tassi medi al 7,43% (fino a 50mila euro) e al 4,67% (oltre 50mila euro), con la soglia d’usura rispettivamente al 13,29% e al 9,84%. Sulle aperture di credito in conto corrente, i tassi medi registrati sono all’11,48% (fino a 5mila euro) e al 10,06% (oltre 5mila euro); la soglia d’usura fissata è rispettivamente al 18,35% e al 16,58%. Sugli scoperti sena affidamento fino a 1.500 euro, il tasso medio è al 16,25%, mentre oltre 1.500 euro è al 15,01%; la soglia d’usura fissata è...

« Older Entries


                     
                     
  Agenzia delle Entrate   Camera di commercio di Salerno   INAIL   INPS Provincia di Salerno Regione Campania