Decreto in arrivo per microcredito

  Battuta d’arresto per la legge sul microcredito, che comunque resta in dirittura d’arrivo: dopo il via libera della Banca d’Italia al decreto del ministero dell’Economia in attuazione del TUB (Testo Unico Bancario), il Consiglio di Stato ha rispedito il testo al mittente, chiedendo alcune modifiche. Il testo torna dunque in Via XX Settembre, per le correzioni, che tuttavia non stravolgono l’impianto fondamentale del provvedimento. Finanziamenti Il testo prevede regole operative per microcredito d’impresa e sociale, requisiti per intermediari e operatori di finanza mutualistica e solidale. Fra le misure, la concessione di prestiti: fino a 10mila euro per appartenenti afasce deboli, senza garanzie e a condizioni agevolate fino a 25mila euro per start-up nei primi cinque anni di attività Requisiti Le aziende possono beneficiare del microcredito se sono microimprese con meno di 5 dipendenti, fino a 10 se imprese organizzate in forma societaria.   Fonte:...

Impresa?Meglio vicino casa

Quando si tratta di avviare una nuova attività gli Italiani non hanno dubbi: il territorio della propria Regione di nascita offre le opportunità migliori. Lo si evince da un’indagine condotta dall’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati delRegistro Imprese; ricerca che mostra come gli imprenditori preferiscano investire nei dintorni delluogo di origine, mentre sono pochi coloro che sono disposti a trasferirsi per promuovere una nuova impresa, magari in zone con maggiori potenzialità di mercato ma più lontane e meno familiari. La Regione che vanta il maggior numero di imprenditori autoctoni è la Puglia, dove solo il 5,8% delle imprese è stato avviato da imprenditori non locali. Seguono la Sicilia e la Campania, mentre la Valle d’Aostamostra una maggiore presenza di titolari di impresa nati fuori dai confini regionali. In Toscana e in Lazio, invece, la percentuale dei titolari d’azienda non locali è pari rispettivamente al 18,8% e al 17,1%. Per quanto riguarda le Province, la classifica delle città con un numero maggiore di imprenditori locali è guidata da Bari, Trapani e Bolzano, mentre Prato, Monza e Brianza e Milano vantano una rilevante presenza di titolari nati altrove. Fonte:...

Erasmus, giovani imprenditori

Sono aperte le domande per partecipare al programma Erasmus per giovani imprenditori finanziato dalla Commissione Europea: l’iniziativa aiuta neo imprenditori (o aspiranti) europei ad acquisire le competenze necessarie per avviare e gestire al meglio una piccola impresa. I partecipanti vengono ospitati per un periodo da 1 a 6 mesi presso una pmi di un imprenditore già affermato col quale si confronteranno e scambieranno opinioni e idee di business. Durante il soggiorno all’estero il neo imprenditore (o aspirante) potrà acquisire competenze e conoscenze sul marketing, la contabilità, sui rapporti con clienti e fornitori. Potrà inoltre migliorare il proprio progetto d’impresa, la lingua, conoscere da vicino una realtà differente. Colui che ospita dovrà essere titolare o responsabile di una pmi ricadente in uno dei Paesi coinvolti nel Programma. Oltre a svolgere attività di mentor, potrà ricevere un contributo in termini di nuove competenze, trarre informazioni sul mercato estero, gettare le premesse per eventuali collaborazioni. Per i dettagli: www.erasmus-entrepreneurs.eu   fonte:...

Job Act, in Camera di commercio

Si è svolto presso la Sala Convegni della Camera di Commercio di via Salvador Allende l’incontro organizzato dall’associazione ‘Salerno Progetto Comune’,  ‘Job act inserimento e mantenimento del Lavoro’. Hanno partecipato e sono intervenuti con il proprio contributo durante l’iniziativa: Guido Arzano, presidente della Camera di Commercio di Salerno Rossano Festa, direttore della Direzione Territoriale del Lavoro di Salerno Sergio Puglia, senatore e membro della Commissione Lavoro e Previdenza Demetrio Cuzzola, presidente Unimpresa Salerno Anna Petrone, consigliere comunale della Regione Campania Gerardo Di Trolio, presidente C. F. C. – F. N. I. Salerno Alberico Capaldo, presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro Giuseppe Aversano, delegato Cidec Salerno Interventi dei sindacati: Maria Di Serio, segretario generale CGIL Salerno Matteo Buono, segretario generale Unione Territoriale CISL Salerno Gerardo Pirone, segretario generale UIL Salerno Franco Bisogno, segretario generale UGL Salerno Il convegno ha analizzato le novità introdotte dal ‘Job Act ‘ e dal Decreto Poletti, in materia di semplificazione burocratica, stabilizzazione dei contratti di lavoro, apprendistato. Gli addetti ai lavori infatti, hanno illustrato ampiamente, le modalità di inserimento nel mercato del lavoro con particolare riguardo alle nuove iniziative come ‘Garanzia Giovani’, trattando la bozza di riforma del Terzo Settore.  Durante l’incontro che ha riscosso una risposta molto positiva, si è provato ad immaginare quali sono le prospettive future per rilanciare il lavoro nel nostro Paese....


                     
                     
  Agenzia delle Entrate   Camera di commercio di Salerno   INAIL   INPS Provincia di Salerno Regione Campania