Internazionalizzazione P.M.I., tutte le imprese beneficiarie dei finanziamenti a fondo perduto fino a € 10.000

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato l’elenco delle P.M.I. beneficiarie dei voucher per l’internazionalizzazione, finalizzato a cofinanziare l’inserimento in azienda di una figura professionale specializzata in processi di internazionalizzazione di impresa (il Temporary Export Manager) per almeno 6 mesi. I voucher sono stati assegnati a 1790 imprese. Il Mi.S.E. raccomanda alle imprese non indicate in elenco di continuare a consultare la sezione dedicata del portale istituzionale del Ministero al fine di essere tempestivamente informate su eventuali nuove assegnazioni di risorse finanziarie e sulla conseguente possibilità di ammissione al beneficio. (fonte Campaniaeuropa.it) Scarica il file: voucher internazionalizzazione – imprese...

Workshop informativo sul bando della Unione Europea FAST TRACK TO INNOVATION PILOT

FAST TRACK TO INNOVATION PILOT (FTI Pilot) è un nuovo bando dell’Unione Europea nell’ambito del programma di finanziamento per la ricerca e l’innovazione Horizon 2020. E’ rivolto a piccole, medie e grandi aziende, di qualsiasi settore ed attività, che abbiano un prodotto/servizio innovativo da lanciare sul mercato nazionale ed internazionale e che necessitino di un finanziamento per le attività di industrializzazione di un prototipo, fino al lancio sul mercato. Il workshop fornirà una formazione approfondita sul bando FTI Pilot, su come presentare una proposta e sui criteri di valutazione. I partecipanti avranno, inoltre, la possibilità di presentare (in maniera semplificata) idee progettuali che saranno valutate da esperti, in modo da capire concretamente se FTI Pilot è il bando giusto per le proprie esigenze. Le idee progettuali che presenteranno la maggiore corrispondenza con i requisiti del bando FTI Pilot saranno selezionate per incontri di approfondimento dedicati, per valutarne la reale possibilità di presentare proposte “vincenti” alla Commissione Europea. Programma: <http://www.unioncamere.campania.it/files/EEN/Progetto%20Incent.pdf> Per iscrizioni: http://www.unioncamere.campania.it/index.phtml?Id_VMenu=1<http://www.unioncamere.campania.it/index.phtml?Id_VMenu=1&daabstract=1460>...

Finanziamenti pescaturismo e ittiturismo

E’ stato pubblicato il bando di attuazione della Misura 4.1 del F.E.P. (Fondo Europeo per la Pesca 2007/2013) proposto dal Gruppo di Azione Costiera “Costa del Cilento”. La misura è dotata di risorse finanziarie per € 360.000 e trova attuazione esclusivamente nei territori dei seguenti Comuni: Agropoli, Ascea, Camerota, Casal Velino,Castellabate, Centola, Ispani, Montecorice, Pisciotta, Pollica, San Giovanni a Piro, San Mauro Cilento, Santa Marina, Sapri e Vibonati. Il bando è finalizzato a finanziare interventi di adeguamento delle imbarcazioni per lo svolgimento di attività di pescaturismo ed ittiturismo e consentire lo svolgimento di attività turistico-ricreative ad esse legate. Possono candidarsi all’accesso ai contributi previsti dal bando G.A.C. Costa del Cilento: i pescatori professionali, singoli od associati, che intendano svolgere attività di pescaturismo od ittiturismo nei territori dei Comuni cui il bando si riferisce. Il contributo viene erogato in forma di cofinanziamento e può raggiungere, complessivamente, l’importo di € 60.000 a copertura delle seguenti spese: spese di adeguamento dell’imbarcazione per lo svolgimento di attività di pescaturismo od ittiturismo, compresi i costi di certificazione; acqsuisto di attrezzature informatiche, anche per il collegamento ad internet; spese generali. Le candidature devono essere presentate entro il 17 aprile 2014....

Nuova legge Sabatini

Con il decreto 27 novembre 2013 il Ministero dello Sviluppo Economico (Mi.S.E.) rende operativa la cosiddetta “nuova Sabatini” introdotta con il decreto del Fare (decreto legge 21 giugno 2013, n. 69 convertito con modifiche in legge 9 agosto 2013, n. 98). Pubblicato il decreto ministeriale le micro, piccole e medie imprese potranno accedere a finanziamenti agevolati ad hoc per l’acquisto di beni strumentali aziendali. A copertura degli interventi, è istituito presso la Cassa Depositi e Prestiti un plafond di risorse per 2,5 miliardi di euro ulteriormente incrementabile fino a 5 miliardi. Beneficiari Potranno accedere alle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese: •Microimpresa è un’impresa il cui organico sia inferiore a 10 persone e il cui fatturato o il totale di bilancio annuale non superi 2 milioni di euro; •Piccola impresa è l’impresa il cui organico sia inferiore a 50 persone e il cui fatturato o il totale del bilancio annuale non superi 10 milioni di euro; •Media impresa è l’impresa il cui organico sia inferiore a 250 persone e il cui fatturato non superi 50 milioni di euro o il cui totale di bilancio annuale non sia superiore a 43 milioni di euro. Possono accedere altresì le piccole e medie imprese agricole e della pesca. Sono invece escluse le imprese del settore carboniero, delle attività finanziarie e assicurative nonché della fabbricazione di prodotti di imitazione o di sostituzione del latte o dei prodotti lattiero-caseari. Operazioni agevolabili Il contributo è erogato in virtù delle seguenti operazioni: investimenti, anche mediante operazioni di leasing finanziario, in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché per gli investimenti in hardware, in software ed in tecnologie digitali. Gli interventi potranno essere finalizzati: •alla creazione di una nuova attività produttiva; •all’ampliamento di una unità produttiva esistente; •alla diversificazione della produzione in uno stabilimento; •al cambiamento fondamentale del...

Imprenditoria Femminile

Con la circolare n. 660 del 14 gennaio 2014 è stata attivata la sezione speciale del Fondo di Garanzia per le PMI (istituito con legge n. 662/1996) destinato all’imprenditoria femminile. La sezione speciale, istituita con il provvedimento del Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministro dello Sviluppo Economico è dotato di risorse pari a € 10.000.000. Saranno impiegate per interventi di garanzia diretta, controgaranzia e cogaranzia. A chi è rivolto Le imprese di micro, piccola e media dimensione, di qualsiasi settore, purchè: •società cooperative e società di persone costituite in misura non inferiore al 60% da donne; •società di capitali le cui quote di partecipazione spettano in misura non inferiore ai 2/3 a donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno 2/3 da donne; •le ditte individuali gestite da donne, che operano nei settori dell’industria, dell’artigianato, dell’agricoltura, del commercio, del turismo e dei servizi; Come si accede alle garanzie e controgaranzie del Fondo Centrale per le PMI? L’accesso alle garanzie del Fondo può avvenire mediante prenotazione, oppure secondo il tradizionale iter di accesso mediante intermediario finanziario. Nel primo caso, le imprese femminili interessate devono prenotare anticipatamente la garanzia inviando apposita documentazione al Gestore del Fondo. Ottenuta la delibera di approvazione del Comitato di gestione del Fondo, l’impresa può recarsi presso un intermediario finanziario (banca, società di leasing o confidi) che dovrà presentare richiesta di conferma della garanzia entro 3 mesi dalla data di delibera del Comitato. Diversamente, l’impresa femminile ha facoltà di rivolgendosi senza prenotazione a un intermediario finanziario che presenterà la domanda al Gestore del Fondo allorché si appresterà a perfezionare l’accordo per l’effettuazione di una tra le operazioni garantibili di seguito descritte. Quali sono le operazioni interessate dalle garanzie del Fondo? 1. Operazioni finanziarie con copertura massima del Fondo fino all’80%. La garanzia diretta del Fondo, è concessa fino alla misura...

Internazionalizzazione PMI

Con decreto direttoriale del 10 gennaio 2014 il Ministero dello Sviluppo Economico ha aperto i termini di presentazione delle domande di finanziamento alle iniziative promozionali proposte dai Consorzi di PMI per l’annualità 2014. Il contributo a fondo perduto erogabile per l’anno corrente può raggiungere € 200.000. Possono accedere ai finanziamenti i Consorzi di piccole e medie imprese industriali, artigianali, turistiche, dei servizi, agroalimentari ed agricole. Le imprese commerciali possono partecipare purché non rappresentino la maggioranza delle imprese consorziate. I Consorzi di PMI devono essere già costituiti alla data di presentazione della domanda. Iniziative ammissibili •il progetto di internazionalizzazione deve prevedere attività promozionali di rilievo nazionale, per l’internazionalizzazione delle PMI coinvolte; •deve coinvolgere almeno 5 PMI consorziate provenienti da almeno tre diverse regioni italiane, appartenenti allo stesso settore o alla stessa filiera. E’ possibile prevedere il coinvolgimento, attraverso un contratto di rete, di PMI non consorziate purché in numero non prevalente rispetto a quello delle imprese consorziate coinvolte; Le proposte progettuali devono prevedere investimenti ammissibili per importi non inferiori a € 50.000 e non superiori a € 400.000. Il contributo a fondo perduto non può superare il 50% delle spese ammissibili. Le domande di accesso ai contributi possono essere proposte a partire dal 15 gennaio 2014 entro e non oltre il 15 marzo 2014. Per chiarimenti e accompagnamento rivolgersi alla Sede provinciale di Unimpresa Salerno :...

« Older Entries


                     
                     
  Agenzia delle Entrate   Camera di commercio di Salerno   INAIL   INPS Provincia di Salerno Regione Campania